redazione@ivespri.it

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

untitled-2-02

Direttore Responsabile: Fabio Tracuzzi - direttore@ivespri.it

Direttore Editoriale: Nunzia Scalzo - direttoreditoriale@ivespri.it

Registrazione: Tribunale di Catania n. 7/2006 del 3/3/2006

Sede legale: Via Aloi 26 - 95126 Catania

 

Contatta la redazione: redazione@ivespri.it

Contatta l'amministrazione: amministrazione@ivespri.it


facebook
phone
whatsapp

Editore e ragione sociale:
Vespri società cooperativa

Via Aloi 26 - Catania

P.IVA IT04362690879 - Codice fiscale 93117170873
pec: cooperativa.vespri@twtcert.it

I Vespri @ Tutti i diritti son riservati, 2022

Startup Catania, si riparte con entusiasmo

2022-08-02 10:51

Virginia Di Leo

Cronaca, Attualità, Focus,

Startup Catania, si riparte con entusiasmo

Ai vincitori inoltre sarà riservato l’accesso alla competizione internazionale Eunice Imagine Innovation Cup

Catania è una piazza interessante per fare nuova impresa innovativa. Il sito specializzato StartupBlink considera l’ecosistema catanese il decimo per vivacità imprenditoriale in tutto il panorama nazionale. Qualche anno fa, era addirittura settimo e comunque avanti rispetto a Palermo e altre piazze importanti. Quanto al numero di startup innovative, iscritte nell’apposita sezione del Registro delle Imprese, in provincia se ne contano 212 su un totale di 695 in tutta la Sicilia (14.701 in Italia).

Ad alimentare l’ecosistema locale delle start up concorre sicuramente l’Università di Catania. Non è il solo soggetto che anima la piazza, ma sicuramente è uno degli attori più importanti. Ad esempio, una delle sue attività principali consiste nell’organizzazione ogni anno di Start Cup Catania, la business plan competition riservata a team di aspiranti imprenditori e startupper. Dal vivaio dell’Ateneo molti gruppi si trasformano poi in start up innovative e, a loro volta contribuiscono, a vivacizzare l’ecosistema locale e dargli visibilità anche a livello nazionale.

L’anno scorso Start Cup Catania fu vinta da un team tutto al femminile. Due ragazze preparatissime e tenaci, Anna Cacopardo e Arianna Campione, di Bronte, si aggiudicarono la competizione con il progetto sulla riutilizzazione del mallo, uno scarto della lavorazione del pistacchio, per la preparazione di una crema di bellezza femminile dalle straordinarie proprietà anti-ossidanti.

Il loro team Kymia ha fatto en-plein, vincendo la Start Cup Catania, quella regionale (Start Cup Sicilia) e piazzandosi quarto a livello nazionale nell’apposita sezione riservata a questo genere di iniziative sostenibili all’interno del Premio nazionale per l’innovazione. Adesso le due ragazze sono lanciatissime nell’espansione del loro business e nella realizzazione di nuovi prodotti salutistici e di bellezza.

Start Cup Catania ritorna ancora una volta nell’edizione 2022. Il bando è stato appena pubblicato sul sito dell’Università ed è consultabile all’indirizzo https://www.unict.it/it/bandi/altri-bandi/bando-start-cup-catania-2022.

La scadenza è l’8 settembre. Team formati da almeno due persone possono concorrere presentando – insieme all’istanza di partecipazione – un’idea imprenditoriale innovativa, maturata in ambito universitario o comunque di un ente pubblico di ricerca nazionale o internazionale.

La Start Cup Catania è organizzata dall’Area Terza Missione dell’Università di Catania. A selezionare le idee e i progetti imprenditoriali provvederà un comitato scientifico presieduto dal prof. Rosario Faraci, formato dai docenti Gaetano Palumbo e Rosa Palmeri dell’Università di Catania e allargato ai rappresentanti degli sponsor e dei partner.

Start Cup Catania si articolerà, come è consuetudine, in due fasi.

La prima è quella in cui le idee pervenute saranno valutate dal comitato tecnico-scientifico e da questa prima fase otto idee saranno ammesse alla business plan competition vera e propria che rappresenta il momento più importante della Start Cup.

Nella seconda fase i team dei proponenti saranno assistiti dai componenti dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania e quest’anno pure da Coach & Play e da Vertis SGR. Con l’aiuto degli esperti, potranno lavorare alla redazione del business plan, cioè al documento economico-finanziario che accompagnerà l’intero progetto imprenditoriale.

Soltanto tre saranno i vincitori che si contenderanno una delle tre premialità messe in palio: il premio di 5.000 euro offerto da Free Mind Foundry, l’hub di innovazione che ha sede ad Acireale. Il secondo premio è di 2.500 euro; il terzo di 1.500 euro.

I primi tre classificati parteciperanno a fine ottobre alla Start Cup Sicilia 2022 (a Palermo) e avranno la possibilità di contendersi l’accesso al Premio Nazionale per l’Innovazione di PNI Cube che quest’anno si terrà in Abruzzo l’ultima settimana di novembre.

L’edizione 2022 di Start Cup Catania contiene quest’anno due importanti novità.

Il primo team classificato godrà di un percorso di incubazione di sei mesi presso l’incubatore OrangeLab che ha messo a disposizione la propria esperienza nel mentoring e coaching delle start up.

Ai vincitori inoltre sarà riservato l’accesso alla competizione internazionale EUNICE Imagine Innovation Cup organizzata nell’ambito dell’omonima alleanza universitaria di cui è partner l’Ateneo di Catania. La finale si terrà a Catania dal 31 luglio al 4 agosto 2023 e al gruppo vincitore sarà concesso di trascorrere un periodo di sette settimane presso un’azienda estera del partenariato.

la tua pubblicità
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder