facebook
instagram
whatsapp

redazione@ivespri.it

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Direttore Responsabile: Fabio Tracuzzi - direttore@ivespri.it

Direttore Editoriale: Nunzia Scalzo - direttoreditoriale@ivespri.it

Registrazione: Tribunale di Catania n. 7/2006 del 3/3/2006

Sede legale: Via Aloi 26 - 95126 Catania

 

Contatta la redazione: redazione@ivespri.it

Contatta l'amministrazione: amministrazione@ivespri.it


facebook
phone
whatsapp

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

Settimanale siciliano d'inchiesta

fondato da Carmelo Rapisarda

banner per i vespri

Editore e ragione sociale:
Vespri società cooperativa

Via Aloi 26 - Catania

P.IVA IT04362690879 - Codice fiscale 93117170873
pec: cooperativa.vespri@twtcert.it

I Vespri @ Tutti i diritti son riservati, 2022

Il pianoforte sognante ed intimista di Ketty Teriaca

2023-02-24 17:11

Aldo Mattina

Cronaca, Spettacoli, Focus,

Il pianoforte sognante ed intimista di Ketty Teriaca

Al Centro Zo l’esibizione di Ketty Teriaca, pianista catanese e docente del Conservatorio Scarlatti di Palermo incentrata sulla presentazione dell'ultimo Cd

Al Centro Zō di Catania il recital pianistico di Ketty Teriaca ci ha condotto oltre l’esperienza di una semplice esecuzione. È stata, piuttosto, l’attuazione di un progetto che ha portato alla realizzazione di un CD accompagnato da specifiche immagini pittoriche (su dipinti dalle grandi suggestioni cromatiche di Nunzio Fisichella) ed un video ispirato al brano che ha dato il nome al CD, “da lontano” con la colonna sonora realizzata dal chitarrista e compositore milanese Luca Nobis.

     L’esibizione di Ketty Teriaca, pianista catanese e docente del Conservatorio Scarlatti di Palermo è stata incentrata sulla presentazione-esecuzione dal vivo del suo ultimo CD (appena prodotto e pubblicato dalla casa discografica Modhì Music Company) dal titolo “Da lontano”, frutto di una collaborazione ‘corale’ tra la concertista e otto musicisti, strumentisti e compositori che a lei hanno dedicato un vero e proprio ‘tributo’ con quindici composizioni appositamente scritte (o precedentemente composte e adesso a lei riservate) o, ancora,  trascritte per il suo strumento, il pianoforte. Musiche che confluiscono in un vero e proprio ‘racconto’ emozionale, intimo ed introspettivo del percorso artistico della Teriaca; l’auto-narrazione della sua vita dedicata alla musica, arricchita dalla proiezione di altrettante immagini realizzate sulla base dei dipinti realizzati dal pittore catanese Nunzio Fisichella (il quale ha inteso così tradurre in immagini le sensazioni provate all’ascolto dei brani).

    Pur nella diversità stilistica che è propria di ogni autore, le brevi pagine rappresentano un percorso unitario cui la Teriaca ha dato voce con una interpretazione commossa e suadente, un prezioso tocco alla tastiera, suoni cristallini, melodie ora sognanti e  trasparenti ora decise affermazioni. È emerso un quadro assai variegato con cui sono stati esaltati i colori delle varie pagine composte da Marco Betta, Maria Gabriella Cappelletti, Valentina Grisafi, Mario Gulisano, Giovanni Seneca, Luciano Maria Serra, Daniel Wolff e Luca Nobis. Quest’ultimo ha introdotto la serata eseguendo alla chitarra tre proprie composizioni e ha poi duettato con la Teriaca nell’esecuzione di “da lontano”.

     A completare la serata è stata anche la proiezione di un suggestivo  video diretto dalla filmmaker  Nadia Arancio con la fotografia di Ivan Nicolosi, in cui la colonna sonora di Luca Nobis eseguita dalla Teriaca accompagnava splendide immagini ‘marine’ girate sulla costa acese; un racconto – come spiega la stessa artista – “sul rapporto tra madre e figlia sullo sfondo dell’amore comune per la musica e il pianoforte. E per il mare”. Bellissima, in particolare, la ripresa in cui si vede Ketty Teriaca suonare un pianoforte collocato su un’imbarcazione a vela che naviga in alto mare!